Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

“La fioraia di Sarajevo”: incontro con Sonia Maria Luce Possentini e Mario Boccia

gennaio 10 @ 17:30 - 19:30

10 gennaio 2022, ore 17,30  incontriamo, online,

 Mario Boccia, autore del testo

 Sonia Maria Luce Possentini  autrice delle illustrazioni

di

 La fioraia di Sarajevo   (ed Orecchio Acerbo 2021)

Febbraio 1992. Mario Boccia, fotoreporter, attraversa il mercato di Sarajevo. Il suo sguardo incontra quello di una donna, una fioraia. Lui è colpito dai suoi occhi, lei dalle due macchine fotografiche che lui porta al collo. Un rapido scambio di parole, un caffè insieme. A dicembre dello stesso anno il fotografo è di nuovo lì. Sarajevo è ormai – sotto gli occhi distratti dell’Europa – prigioniera di un assedio feroce che durerà quattro anni e dalle finestre si sente gridare Pazite, Snajper! (attenzione, cecchino!). Ma quella donna resiste con i suoi fiori apparentemente superflui. Lui le chiede a quale etnia appartenga e la risposta è: «Sono nata a Sarajevo». Il fotografo le chiede allora quale sia il suo nome e lei scarabocchia qualcosa su un foglietto: “Fioraia”. Nessun nome, nessuna etnia, nessuna appartenenza. Da allora, tornare a trovarla diventa per Mario un appuntamento cui non mancare. Anche nel 1994, dopo il massacro di Markale, la tragica strage del mercato di Sarajevo, il fotografo la ritrova al suo posto. Fino al giorno in cui al suo banco lei non c’è più. E neanche i suoi fiori. Se ne è andata per sempre quella donna che aveva deciso di essere -prima di tutto e nonostante tutto- la fioraia di Sarajevo. Un libro per ricordare chi non volle piegarsi alle divisioni etniche e religiose. Una storia, delicata e struggente, di dignità e resistenza.

Sul sito della casa editrice numerose e interessanti recensioni

Mario Boccia è fotografo e giornalista. I suoi reportage sono stati pubblicati da molte testate italiane ed europee. Le sue foto sono state utilizzate da Agenzie dell’ONU e da molte ONG. È stato corrispondente de “il Manifesto” da Sarajevo, Belgrado, Pristina, Skopje, Dyarbakir e Bagdad. Per il “Messaggero di S.Antonio” cura da cinque anni la rubrica “Volontariati”. Dal 1989 al 2005 ha lavorato in scenari di guerra, povertà e disastri ambientali (Balcani, Medio Oriente, Africa, Latina), cercando di individuare segnali di speranza e di ricostruzione anche nelle situazioni più disperate. Sostiene la cooperativa agricola “Insieme” di Bratunac (Bosnia Erzegovina), un’esperienza nata nel luogo del genocidio di Srebrenica: donne bosniache che non si sono lasciate dividere dalla guerra producono confetture e succhi di piccoli frutti. La loro linea di prodotti si chiama: “Frutti di Pace”.

Sonia Maria Luce Possentini, laureatasi in Storia dell’arte al Dams di Bologna, ha frequentato l’Accademia di Belle Arti della stessa città ed è stata allieva di Stepan Zavrel e Kveta Pakovskà. Artista del visuale, nel corso del tempo ha maturato una sua posizione di preminenza nell’ambito dell’illustrazione per l’editoria, pubblicando con le più raffinate e prestigiose case editrici italiane, e vincendo importanti premi nazionali e internazionali, tra cui, nel 2017, il premio Andersen italiano come migliore illustratrice dell’anno. Tra gli ultimi suoi libri, La natura sa quasi tutto (Carthusia 2020) su testo di Alberto Casiraghy, Non dubitare dei sogni, sui versi di Akiko Yosano (Carthusia 2020) e Il mio cane è come me (Terre di mezzo 2020).

L’evento si svolgerà sulla piattaforma Jitsi: chi desidera partecipare lo comunichi con una mail a webevelinademagistris@gmail.com

Dettagli

Data:
gennaio 10
Ora:
17:30 - 19:30
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , , , , ,

Organizzatore

Associazione Evelina De Magistris Livorno

Luogo

on line