Pietro Ingrao: attualità di un eretico

Pietro Ingrao: attualità di un eretico

Lunedì 10 febbraio 2014, ore 17,00

Sala Badaloni- Biblioteca Labronica “F.D. Guerrazzi”

 viale della Libertà, 30 Livorno

 

Maria Luisa Boccia e Alberto Olivetti

presentano la nuova Collana Carte Pietro Ingrao di cui sono i curatori.

Con loro parleremo dei primi due volumi pubblicati da Ediesse edizioni

 

La Tipo e la notte. Scritti sul lavoro (1978-1996)

 a cura di Francesco Marchianò, con un saggio di Stefano Rodotà

 

   

 

Lezioni per Pietro Ingrao, con i contributi di Pietro Barcellona, Andrea Camilleri, Alberto Olivetti, Edoardo Sanguineti e Mario Tronti 

 

 

Interviene Maria Pia Lessi, avvocata giuslavorista

 

Pietro Ingrao La tipo e la notte Scritti sul lavoro [1978 1996] a cura di Francesco Marchianò/con un saggio di Stefano Rodotà

Questo volume raccoglie le riflessioni di Pietro Ingrao sul tema del lavoro a partire dalla fine degli Anni Settanta, quando il lavoro, con tutte le sue implicazioni, viene pesantemente sconfitto dall’affermarsi del neoliberismo. A partire dal famoso discorso pronunciato da Presidente della Camera alle Acciaierie di Terni, per i trent’anni della Costituzione, fino alle trasformazioni che hanno caratterizzato il lavoro a fine secolo, passando per lo sciopero della FIAT nel 1980 e gli anni del riflusso, l’insieme di scritti e discorsi di Pietro Ingrao qui presentati, a distanza di anni, mostra ancora tutta la sua valenza analitica e anche profetica.

Pietro Barcellona, Andrea Camilleri, Alberto Olivetti, 
Edoardo Sanguineti, Mario Tronti
Lezioni per Pietro Ingrao

Cinque lezioni magistrali tenute tra il 2006 e il 2013, su invito del Centro per la riforma dello Stato, nel giorno della nascita di Ingrao. Gli argomenti trattati riguardano temi e questioni che illuminano aspetti interessanti e attuali della complessa figura e dell’opera di Ingrao. Camilleri approfondisce il ricorso al dubbio come metodo; Olivetti racconta gli anni della formazione e la rilevanza della sua ricerca poetica; Sanguineti si interroga su «Come si diventa materialisti storici», Barcellona riflette su «L’epoca del postumano» e Tronti svolge un’intensa meditazione su «Persona e politica». Il risultato è un ritratto a più voci da cui emergono situazioni e problemi che assumono consistente rilevanza nel contesto dell’attuale dibattito politico e culturale.

 

L'incontro è promosso dalla Associazione centrodonna Evelina De Magistris Livorno, con il Comune di Livorno Assessorato alle politiche delle pari opportunità e con il sostegno della Società Italiana delle Letterate

Nessun commento ancora

Lascia un commento