Tessere: incontro con Gabriella Ghermandi e Federica Sossi

tessere_patrocinio.jpg

 

 

Gabriella Ghermandi: regina di fiori e di perle

TESSERE
Trame (di) Esistenze Sguardi Saperi Esperienze Relazioni Emozioni

Storie migranti, storie di migranti.
Il racconto di sé, l’esperienza dell’altrove, la memoria ed il presente, le differenze,
la convivenza possibile e necessaria

GABRIELLA GHERMANDI, CON IL LIBRO “REGINA DI FIORI E DI PERLE”
E FEDERICA SOSSI, CON IL SITO “STORIE MIGRANTI”

Venerdì 9 Gennaio,
ore 16,30 Aula magna  I.S.I.S. NICCOLINI-PALLI Via E. Rossi, 6  Livorno


E’ proprio  Federica Sossi a scrivere queste parole su Gabriella Ghermandi:
“Regina di fiori e di perle” di Gabriella Ghermandi è uno strano e bellissimo libro. Mahlet, la sua protagonista, attraverso i racconti degli anziani e delle anziane d’Etiopia, ci regala una storia che in Italia non si conosce, quella della resistenza etiope al colonialismo italiano, ma ci regala anche l’Etiopia di oggi, l’Italia di un’immigrata etiope, e qualche frammento dell’Etiopia della dittatura di Mengistu. Dispiace, a volte, arrivare all’ultima pagina di un romanzo e abbandonare quell’universo di immagini e frasi in cui ci aveva permesso di immergerci e con la regina di Gabriella Ghermandi per me è stata una di queste volte…”

 

 --------------------------------------------------------------------------

 

Dal 18 gennaio 2008 è on line il sito “Storie Migranti”, un archivio di storie di migrazione, una storia del nostro presente attraverso i racconti dei migranti, “…una storia necessaria perché molti degli elementi che costituiscono l’universo delle attuali migrazioni rimangono invisibili, non detti, sfuggenti rispetto ai discorsi che solitamente hanno diritto di parola”, dice Federica Sossi, che del sito è curatrice.

Federica Sossi insegna Estetica all’Università di Bergamo. Tra le sue pubblicazioni: “Nel Crepaccio del tempo.
Testimoniare la Shoah” (Marcos y Marcos, 1997) e, sul tema delle migrazioni,” Autobiografie negate. Immigrati nei Lager del presente” (Manifestolibri, Roma 2002),”Storie migranti” (DeriveApprodi, Roma 2005), “Migrare. Spazi di confinamento e strategie di esistenza” (Il Saggiatore 2006).

Gabriella Ghermandi, italo-etiope, è nata ad Addis Abeba nel 1965, e si è trasferita in Italia nel 1979. Da parecchi anni vive a Bologna, città originaria del padre. Ha vinto diversi premi letterari ed ha pubblicato racconti in varie collane e riviste. Seguendo l'arte della metafora tipica della tradizione culturale etiope, scrive e interpreta spettacoli di narrazione che porta in giro sia in Italia che in Svizzera.
Conduce laboratori di scrittura creativa nelle scuole, in Italia e Svizzera, sulla ricerca della "identità unica di ciascun individuo" da contrapporre alle "identità collettive" come percorso di pace.
E' fondatrice, assieme ad altri scrittori, della rivista online El Ghibli e parte del comitato editoriale.
Nell’aprile 2008 è uscito il suo primo romanzo, “Regina di fiori e di perle”(Donzelli Editore).

L’incontro fa parte di un itinerario di formazione e riflessione intorno ai temi dello straniero, della differenza e delle differenze, a cui partecipano, con un interessante percorso didattico, alcune classi, con le loro docenti, di scuola media inferiore e superiore e che prevede anche incontri pubblici come occasione di confronto per quanti
e quante desiderano misurarsi con temi complessi e dolorosi, senza cadere nella semplificazione. Abbiamo chiamato il progetto Tessere come azione di dar vita, con fili diversi, a qualcosa che li contiene ma è anche altro rispetto a ciascuno di essi, e tessere come quelle che compongono un mosaico: anche in questo caso, la molteplicità dei componenti e l’unitarietà del prodotto finale.

 

Nessun commento ancora

Lascia un commento